Tutte le risposte / Recidive calcolosi renale (fattore genetico)

 Oggetto: Recidive calcolosi renale (fattore genetico)

Domanda:

Salve Dottore,

soffro di recidive calcolosi rene sx, a 12/2015 mi sono ritrovata con colica e diagnosi calcolo 8mm bloccato uretere e uno di 2mm nel rene, di cui 8 mesi prima dell'esame dall'eco non c'era nulla.

A gennaio 2016 operata e tolto il calcolo di 8mm, messo stend per 60 giorni tolto di urgenza dopo 25 giorni per coliche ripetute 18.Ho intrapreso dalla dietologa dieta per ossalato di calcio, di cui ho seguito attentamente.

Fino a ottobre 2016 confermato eco, che il calcolo rimasto nel rene era di 2 mm,adesso a marzo 2017 il calcolo è diventato quasi 5mm e ci sono atre due litiasi sempre nello stesso rene.

Sono veramente preoccupata mi hanno consigliata di fare subito il bombardamento, ma cosa posso fare per non avere ricadute in poco tempo???

La ringrazio e la saluto cordialmente

 

Risposta:

Gentilissima Signora,

dalla Sua lettera non si evince quanta acqua beva ogni giorno e come è combinata la sua dieta per ossalato di calcio.... spero non sia tra quelle che vietano latte e latticini e acque povere di calcio come se il calcio esogeno fosse l'unico responsabile.

I calcoli si formano sempre nello stesso rene , non g'è una causa  genetica se no ci sarebbe la calcolosi in entrambi.

Il calcio esterno va assunto nella misura di un grammo al giorno, se per  Lei, per caso nella sua dieta non è previsto che assuma calcio, allora il suo organismo lo toglie dalle ossa per fabbisogno e circola nel rene migliaia di volte e poi a poco a poco  precipita nel rene , magari in condizione di scarsa diuresi, si lega all'ossalato che è un derivato della vitamina C e cosi si forma l'ossalato di calcio.

TRUCCHI del mestiere in presenza o non di recidive:

Bere almeno 1 bicchiere di acqua ogni ora dalle ore 8 alle 23.. sono 180 cc a volta che  x 15 volte... fa  2,700 cc

Mangiare cibi a valenza basica come frutta e verdura, evitare carni e zuccheri semplici perchè provocano una acidosi nel sangue (eubicarbonatiemica) che stacca calcio dalle ossa.

Assumere citrato di potassio e magnesio (LITHOS PLUS  1 cpr mattina 1 sera x 1 anno almeno)

Per le recidive  in atto:

Con il bombardamento  trattare le recidive per come Le consiglia il suo urologo, anche se io non ho documentazione iconografica della sua calcolosi e non mi posso esprimere in maniera più precisa.

Sempre a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordialmente

 

 

Dott.  Michele Barbera
Specialista in Urologia

 

 

 

 

I nostri specialisti