Tutte le risposte / Acidosi tubulare e citrati

  Oggetto: Acidosi tubulare e citrati

Domanda:

Buongiorno,

nonostante prenda mezzo cucchiaino la mattina e mezzo la sera di Lithosolv granulare i miei citrati urine 24 ore continuano ad essere vicini allo zero.

Cosa consigliate possa fare? ho la visita con la nefrologa vorrei vedere se un altro vostro prodotto può aiutarmi.

Grazie

ps soffro di acidosi tubulare renale

 

Risposta:

Gent.ma sig.ra,

ovviamente non conoscendo il suo caso nei dettagli posso solo cercare di aiutarla con dei consigli da far vagliare da chi ha posto questa diagnosi o comunque dalla sua nefrologa.

Non si tratta di cambiare prodotto, almeno credo, ma di aumentare il dosaggio dello stesso e/o aggiungerci altro citrato magari in forma diversa tipo le cpr a lento rilascio. Oltre questo si tratta anche di ridurre le entrate di ciò che tende di per se a ridurre le valenze alcaline (bicarbonato e citrato) dentro di lei, quindi ridurre le proteine di origine animale (il formaggio di grana ad esempio è quello che aumenta maggiormente la cosa) ma comunque se la diagnosi è giusta (come credo) il suo problema è renale per perdita di questi radicali alcalini.

Io proverei a misurare il pH (che sarà basso ovviamente) anche con altre strisce reattive da prendere in farmacia e dopo 2-3 gg in cui ha misurato il pH per vedere se è stabile e non solo la mattina (il più basso) ma anche dopo pranzo e la sera, proverei ad aumentare ad 1 misurino la mattina ed uno la sera, continuando ovviamente a controllare il pH urinario.

Con questi dati la nefrologa che la segue e/o chi ha posto la diagnosi (ovvero chi ha i dati anamnestica completi e quelli della valutazione metabolica) sapranno certamente aiutarla.

Con i miei migliori auguri.

 

 

Dott. Marco Lombardi
Specialista in Nefrologia

 

 

I nostri specialisti