Tutte le risposte / Assunzione del Lithos con ipertensione

  Oggetto: Assunzione del Lithos con ipertensione

Domanda:

l'Urologo mi ha prescritto, come prevenzione, il LITHOS, visto che sono leggermente iperteso ( prendo il quark da 5 2 volte al gg) posso iniziare la terapia? ( è un sale minerale e dovrebbe favorire l'ipertensione o sbaglio).

Grazie 

Risposta:

Gent.mo utente di questa rubrica,

ovviamente non tutti i sali minerali sono ipertensivogeni!! Il sodio (Na) ad esempio lo è ma il potassio (K), al contrario, è semmai ipotensivogeno. E’ come dire che tutta l’acqua disseta… provi però a bere quella del mare!!

Viceversa assumendo un ace-inibitore per la sua ipertensione sappia che tale categoria di farmaci, che fanno risparmiare appunto il potassio, potrebbe, in presenza di un certo grado di insufficienza renale, far salire appunto i valori ematici di potassio.

Ovviamente nel suo caso questa è solo una ipotesi perché lei non da alcuna notizia utile in tal senso; pertanto le consiglio comunque di informare il ‘suo’ curante o comunque il ‘suo’ nefrologo o cardiologo se l’avesse. E’ una precauzione forse anche eccessiva ma è comunque il mio consiglio dato che non sono in possesso delle info sufficienti ad esprimermi con la cognizione dovuta.

Per quanto riguarda il citrato (di K ed a volte magnesio) è un ottimo inibitore di alcuni tipi di calcolosi renale… ma non credo proprio che il ‘suo’ urologo le abbia fatto fare esami ‘metabolici’ per lo studio della sua calcolosi renale… di solito è così! Pertanto al 90% è una indicazione centrata ma se lo dovrà fare in modo preventivo per la sua nefrolitiasi sappia che lo dovrà fare praticamente a vita (come tutti del resto) nel senso che questo è un integratore alimentare che corregge una sua verosimile carenza di citrato urinario –noto inibitore di alcuni tipi di litogenesi- (ciò si appura con lp studio metabolico della nefrolitiasi) e pertanto sin tanto lo assume tale carenza viene corretta, se smette di assumerlo ovviamente no!!. Se volesse saperne di più anche su questo stesso sito può cercare ‘valutazione metabolica della calcolosi su urine delle 24 ore e a digiuno’…

Per tutto quanto sopra non posso essere più preciso né approfondire.

Cordiali auguri.

 

 

Dott. Marco Lombardi
Specialista in Nefrologia

 

 

I nostri specialisti