Tutte le risposte / Acidif PRO

 Oggetto: Acidif PRO

Domanda:

Salve,
 
Ho avuto il primo attacco di cistite a febbraio del 2018, andato via in una settimana con monuril.
 
In seguito ho avuto sporadici episodi che duravano al massimo una sera per poi sparire il giorno successivo.

A gennaio di quest'anno altro attacco acuto e dall'urinocoltutura sono risultata positiva all' e.coli. Mi hanno prescritto ciprofloxacina per 10 giorni che mi ha attenuato un po i sintomi ma la cistite non è scomparsa di fatto.
Ho iniziato ad assumere integratori ai semi di pompelmo, ma è andata bene per una settimana e poi la cistite è tornata. Ho provato con d mannosio ma anche se sono stata un Po meglio, di fatto ho avuto problemi gastroinrestinali, un gonfiore imbarazzante. Un medico omeopata di cui mi fido molto, in seguito ad un esame di biorisonanza, mi ha diagnosticato una disbiosi intestinale probabilmente causata dall'assunzione eccessiva di yogurt greco per tre anni, se non dallo stress, oltre ad aver confermato la presenza del coli e mi ha prescritto una cura a base di punture di echinacea, arnica e altre sostanze per riparare le mucose, in più dei composti in gocce, vitamina b12 di cui ssono carente, vitamina D, magnesio. Sono passate due settimane in cui però ho continuato anche ad assumere integratori al mirtillo rosso per poter attenuare i sintomi e trovare la forza di andare a lavorare, la situazione è cambiata poiché adesso ho per lo più bruciore diffuso ai genitali ed una specie di prurito nella zona dell'ano , oltre a gonfiore, stitichezza, che non so se di fatto siano stati provocati dal mannosio. Il medico non mi ha prescritto lactobacilli al momento, ma io mi chiedo se non sia il caso di assumerne. Dunque vorrei avere un altro parere sulla situazione e chiedervi se un prodotto come Acidif PRO possa fare al caso mio.

 
Grazie, cordialmente.

Risposta:

Buongiorno, 

lei ha già identificato il prodotto adatto Acidif PRO in quanto contiene oltre alla L-metionina, condroitinsolfato e ialuronico che lavorano sulla mucosa vescicale per bloccare il passaggio alla cistite interstiziale, anche Lactobacilli. 

Le propongo di ripetere comunque una urinocoltura con antibiogramma e poi partire con una bustina alla mattina e una alla sera per 7 giorni e poi passare ad una bustina la sera per un periodo di almeno 21 giorni vista la persistenza dei suoi sintomi da tempo. 
Il batterio in causa deriva dal serbatoio intestinale (non vedo collegamento con l'assunzione di yogurt anzi!!) attenzione quindi alla dieta che deve essere sana, bilanciata e permettere la regolarità intestinale.

Per quanto riguarda invece il prurito con arrossamento della zona genitale e perianale potrebbe essere suggestivo di una micosi quindi le consiglio di farsi controllare dal suo medico di base.  

Un caro saluto.


 

Dott.ssa Giorgia D'Andrea

Specialista in Ginecologia



 

I nostri specialisti