Kphos / KPHOS

INTEGRATORE ALIMENTARE A BASE
DI FOSFATO NEUTRO DI POTASSIO

ACQUISTA ONLINE >
Forma farmaceutica Granulato per soluzione orale
Peso netto totale 90 g
Unità posologiche per confezione 30
Codice Ministero della Salute 4450
Barcode
Ambito SALI MINERALI


KPHOS è un integratore alimentare SENZA GLUTINE che contiene fosfato monobasico e fosfato bibasico di potassio. I due sali sono contenuti in rapporti stechiometrici tali da ottenere un fosfato neutro di potassio.

AZIONE
KPHOS è utile ad integrare sia potassio che fosforo, nel caso di carenza o di aumentato fabbisogno di tali nutrienti. KPHOS può essere impiegato nei casi di sospetta o conclamata carenza di fosforo plasmatico (ipofosforemia) in particolare nei soggetti con grave deperimento organico (malnutrizione, anoressia) e nelle ipofosforemie dopo trapianto renale.
KPHOS è in grado di contrastare l’eccessiva presenza di calcio urinario, che costituisce un fattore di rischio per la calcolosi, attraverso la chelazione del calcio alimentare a livello intestinale.

INGREDIENTI
Maltodestrine, potassio fosfato, aroma; acidificante: acido citrico, colorante: ß-carotene; edulcorante: sale sodico della saccarina; agente antiagglomerante: biossido di silicio (nano).

TABELLA NUTRIZIONALE
KPHOS si presenta in bustine granulari dal peso complessivo di 3 gr a base di fosfato neutro di potassio, contenenti 500 mg di potassio e 250 mg di fosforo. 

Sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico

Per dose giornaliera 2 bustine al giorno

Potassio

1000 mg

Fosforo

500 mg

 

MODALITÀ D’USO E POSOLOGIA
La bustina di KPHOS disciolta in mezzo bicchiere di acqua consente di preparare una piacevole bevanda al sapore di agrumi. Si consiglia l’assunzione di due bustine di KPHOS al giorno per un’adeguata integrazione di fosforo. Per indicazioni diverse (prevenzione delle Ipercalciurie) attenersi alla prescrizione medica.

AVVERTENZE E CONTROINDICAZIONI
KPHOS è controindicato in pazienti affetti da iperkaliemia, o da condizioni che possano predisporre alla comparsa di tale alterazione plasmatica. Queste condizioni comprendono insufficienza renale cronica, diabete mellito non controllato.
La contemporanea assunzione di KPHOS e di farmaci risparmiatori di potassio (triamterene, spironolattone, amiloride) potrebbe determinare iperkaliemia. Si consiglia quindi di monitorare l’andamento della kaliemia.
Non sono note interazioni con altri farmaci. Raramente, durante il trattamento, si possono sviluppare lievi disturbi gastrointestinali quali: pesantezza addominale, nausea e occasionalmente diarrea.